Non è cambiato niente

by Tupamaros

/
1.
Di queste città Passerà questo tempo Perché deve passare Sarà spazzato dal vento Ora è giunto il momento di andare È un vento che parte dal basso Ma si alzerà fino al cielo È un rumore che parte dal basso.. di queste città E passeranno i potenti Con lo sguardo abbassato E passeranno i sapienti Quelli che non hanno capito E passerà tutta la gente davanti al televisore. E se sarai fortunata vedrai Passare il presentatore.. RIT Di queste città Resterà solo il vento Solo il vento che le attraverserà.. E passeranno gli inverni passerà questo gelo saranno danze nel sole a festeggiarti l’arrivo sarà un futuro craccato a restituirci il cielo sarà un futuro craccato che ti spetterà Saranno giorni di festa Sarà dopo la tempesta Saranno volti scoperti Ad invitarti a una danza E passeranno guerra e dolore Sarà il mondo che si rovescia E finalmente un sorriso di vecchio Di accompagnerà! RIT Di queste città Resterà solo il vento Di queste città Soltanto il vento Di queste città Resterà solo il vento Solo il vento che le attraversa E le attraverserà!
2.
Giostra Immonda Se questo dolore andasse via E la smettesse di tormentarmi sino alla follia Se questo sangue tutto intorno Fosse invece il vino pagato e bevuto per il tuo ritorno Se questo rumore di pace feroce Lasciasse il posto al silenzio di chi Da ogni parte di questo gioco….. ……..porta la croce!! Ma si… ma si lo so da me che sto sognando E che ognuno ha un prezzo e il nostro… …lo stanno già trattando!!!! E sia.. e si continui questa immonda danza Dove fra pazzi e sceriffi il mondo Ha ben misera scelta E no, non sarà questa pioggia che scende Che laverà queste strade dal sangue Né le nostre coscienze Perché è qua.. ..e non lo senti il nuovo che avanza? Con fare umanitario porta bombe e vende…. La ricostruzione! Ma si… ma si lo so da me che sto sognando E che ognuno ha un prezzo e il nostro… …lo stanno già trattando!!!!
3.
Lo scambio 03:58
Lo scambio Oggi si va fuori A giocare con gli aeroplani Oggi si va fuori chissà quando si tornerà e oggi si va in volo sopra questa terra che non vale niente oggi si farà gara chissà chi se la vincerà Vincerà chi ha volato Più basso nel cielo Vincerà chi ha volato Più in basso dell’umanità… E volano radenti Volano sul filo..del rasoio Dannatamente bassi E c’è sangue sulla neve È sangue di provincia solo un episodio da dimenticare Sangue già cancellato Che tutt‘al più si risarcirà E d’altronde si sa Che a vivere in provincia Ben poco si fa e ben poco…si risolverà
4.
Ad un passo dal traguardo Storia di un tempo andato Di pioppi senza fine Ragazzo di bottega Il forno è una notte che non finisce Storia di questa terra Prima che fosse grassa Storia di un mito o forse Soltanto di uno che non ce l’ha fatta…. Quant’è lontana Albione E quanto fiato che serve per arrivare E scoprire che…vedere va bene Guardare..ma non toccare… Tenere a bada il fiato Imparare il dolore E allenare il cuore a tenere a botta Per ore e ore La storia poi finisce A un passo dal traguardo E il sogno ti svanisce Nell’abbraccio illegale Di un commissario.. Quant’è lontana Albione E quanto fiato che serve per arrivare E scoprire che…vedere va bene Guardare..ma non toccare…
5.
Ninna nanna della nebbia Quando il sole cala alle quettro Ed il cielo ha il colore del piombo Il ritorno sa di ritirata Sa di sconfitta davanti…alla tv Quando il tempo di dormire È tutto il tempo che ti rimane Ti si chiudono gli occhi ed il cuore Beh..buonanotte..almeno da me Ninna nanna della nebbia Del lavoro che mangia la vita Ninna nanna di tuti i giorni Per tutti voi che non la fate finita Ninna nanna della nebbia Ninna nanna per tutti voi Fantasmi in fila Alla fermata Con un biglietto in mano da timbrare Questa è la fine, il nostro ritorno Noi si va a casa ogni sera coì.. Ma alla fine di tutti i conti Ci diciamo che questa è la vita E ringraziamo il signor padrone Che guarda tranquillo Da lassù… Ninna nanna della nebbia Del lavoro che mangia la vita Ninna nanna di tuti i giorni Per tutti voi che non la fate finita Ninna nanna della nebbia Ninna nanna per tutti voi Ninna nanna della nebbia Ninna nanna per tutti voi Ninna nanna della nebbia Ninna nanna per tutti gli eroi…..
6.
Radio Chirac 03:22
Radio Chirac Avanti tutti quanti in fila alla parata Oggi sfilerà la Francia restaurata Radio-Chirac annuncia al mondo nuove esportazioni Specialità funghi..ma ..velenosi!! E mentre crollano i muri cascano a pezzi Le centrali in Bielorussia ora sono in saldo Sono qui per fare spesa di armi e gente Sono tigri nucleari e vengono da oriente E intanto il sole non ride più.. Il vois le Roi soleil et il ne riere plus e tutto il mondo che si indigna e si vergogna per queste bombe fuori tempo e fuori moda le bombe ora vanno bene per fare pace le bombe dritto in testa a chi non tace!!! E intanto il sole non ride più.. Il vois le Roi soleil et il ne riere plus Allos enfants de la patrie!
7.
Polvere e vento Polvere e vento ed un foglio di via Sarà un violino a tracciare la scia Santa Sara prega per noi Prega affinché non succeda mai più! Polvere e vento ed un foglio di via Sarà un violino a tracciare la scia Polvere e vento e una preghiera Da recitare ad ogni frontiera Piovono pietre dalla periferia Fra topi e piscio e follia Miseria e festa comunque sia Non sarà un gaggio a sbarraci la via E santa Sara prega per noi Prega affinché non succeda mai più Piccolo giochi che esplodono Far le mani di una piccola rom Polvere, polvere , polvere e libertà!!!! Nikta a dikia nikta a varikia Oski le mandar le mandar u vesc Oski le mandar le mandar u drom Oski le mandar le mandar u fraiapen Polvere, polvere , polvere e libertà!!!!
8.
9.
10.
11.
Non è cambiato niente Erano luci e ombre E macchie di falsità Erano le prime onde Era folclore e ingenuità Poi vennero i serpenti, con la pubblicità Ci diedero un sorriso smesso… Erano bianco e nero I colori del varietà Erano un costume intero Che la censura concedeva Poi fecero il gran colpo Dissero è libertà Noi abboccammo all’amo E ci trovammo di qua Non è cambiato niente bello Tutto è cambiato già Noi solo al controcanto Noi che restiamo di la.. (2 volte) Erano mille luci Che invadevano la città Erano i nuovi padroni Erano le nuove santità.. Non è cambiato niente bello Tutto è cambiato già Noi solo al controcanto Noi che restiamo di la.. (2 volte)

about

Il secondo album dei Tupamaros, pubblicato nel 2000

credits

released May 1, 2000

Tupamaros:
Francesco Grillenzoni - voce, chitarra
Stefano Garuti - fisarmonica, cori
Marco Sghedoni - contrabbasso, basso elettrico
Massimiliano Frignani: chitarra, cori
Simone Forghieri - batteria, cori

Hanno inoltre suonato:
Kaba Cavazzuti: percussioni in "Di queste città", "Radio Chirac", "Il prete rosso", "Morti di Reggio Emilia"
Banda "Città di Carpi" in "A un passo dal traguardo"
Giada Munno: clavicemblo in "Radio Chirac"
Angela Ribeiro Cavazzuti: voce recitante in "Il prete rosso"
Gaetano "Abba" Abbatangelo: sax soprano in "Il prete rosso"

Registrato persso il Bunker della sala l'Esagono a Rubiera (RE)
Registrato e mixato da Kaba Cavazzuti
Produzione artistica: Kaba Cavazzuti
Foto: Paolo Santini
Grafica: Cristiano Rea

license

all rights reserved

tags

about

Tupamaros Carpi, Italy

contact / help

Contact Tupamaros

Streaming and
Download help

Shipping and returns

Redeem code

Report this album or account

If you like Tupamaros, you may also like: